​​Come scegliere il fotografo per il matrimonio, una serie di consigli per te

Un giorno così importante merita dei ricordi memorabili, per questo la scelta del fotografo è un passo da non sottovalutare: la buona riuscita dell’evento, nella sua totalità, dipenderà anche dal fotografo, il quale avrà il compito di immortalare i momenti più belli, romantici e significativi dell’intera giornata.

Ma come scegliere il fotografo per il matrimonio?

Tra la miriade di offerte la ricerca potrebbe essere complessa, per questo vogliamo fornire una serie di consigli che ti aiuteranno a prendere la decisione giusta.

Definisci il tuo stile

Prima di iniziare una qualsiasi ricerca bisogna capire quale stile fotografico preferisci.

I fotografi possono specializzarsi in diversi stili, vediamo i principali:

  1. Tradizionale – classica forma d’espressione fotografica, prevede un approccio ragionato e strutturato, dove il fotografo segue tutti i momenti della cerimonia ed immortala gli sposi negli attimi più importanti. Pose e scatti vengono pianificati e concordati prima dell’evento.
  2. Reportage – con il reportage vengono soppiantate le regole presenti nel tradizionale, dando spazio ad improvvisazione, spontaneità ed emozioni colte sul momento. In questo caso il fotografo costruisce un racconto raccogliendo la naturalezza degli sposi, senza che vi sia nulla di concordato.
  3. Creativo – lo stile artistico predilige stravaganza e cura dei dettagli, dalle pose (si possono concordare scatti particolari, dove gli sposi assumono pose buffe e simpatiche) alla successiva fase di editing (in cui il fotografo potrà modificare le foto con effetti e texture).
  4. Vintage – foto in bianco e nero per dare al matrimonio un tocco retrò, può rappresentare anche una semplice integrazione degli/agli stili precedenti.

Ogni stile possiede un certo fascino e caratteristiche ben precise, quale pensi sia il più adatto a te?

Fissa un budget realistico

Dopo aver capito esattamente lo stile desiderato, bisognerà fare i conti con… i conti.

Il costo del fotografo non solo rappresenta una voce considerevole nell’economia del matrimonio, ma può ovviamente variare notevolmente a seconda del professionista scelto e dei servizi richiesti, per questo avrai bisogno di fissare un budget in linea con le tue possibilità economiche, e dovrai farlo con un certo anticipo. In questo modo sarà possibile restringere le opzioni, evitando di perdere tempo con proposte fuori budget, ed evitare brutte sorprese.

Vista l’importanza della giornata e la centralità del servizio fotografico, cerca di trovare il giusto compromesso tra prezzo e qualità, si tratta pur sempre di un giorno indimenticabile.

​​Come scegliere il fotografo per il matrimonio
​​Come scegliere il fotografo per il matrimonio

Ricerca e confronta

Stabiliti stile e budget, potremo dedicarci alla ricerca vera e propria.

Inizia da Internet con un ricerca online, consulta le recensioni, visita i siti web dei fotografi per valutare il loro portfolio ed osserva attentamente le foto dei matrimoni precedenti per valutare sia la qualità che lo stile.

Non dimenticare di affidarti anche al passaparola: chiedi ad amici e parenti se conoscono un buon professionista, ascolta consigli ed opinioni per farti un’idea e per scoprire elementi che magari non avresti trovato online.

Dopo aver ristretto la cerchia dei potenziali candidati, inizia a confrontarli per scegliere il più adatto.

Incontra i fotografi

Terminata la ricerca e stilata la lista finale, dovrai iniziare ad incontrare i professionisti di persona.

Il colloquio personale ti permetterà di conoscere il professionista e discutere i dettagli del matrimonio, potrai stabilire una connessione e conoscere il metodo di lavoro che adotta, porre domande e valutare la tua compatibilità personale con il fotografo, elemento fondamentale visto che dovrai affidarti a lui ed al suo staff nel giorno più importante della tua vita.

Contratto, servizi accessori, consegna foto

Dal colloquio con l’esito migliore, probabilmente, uscirà il fotografo del tuo matrimonio, ma fai attenzione: non dimenticare la parte “burocratica” del rapporto di lavoro.

Esamina attentamente il contratto prima di firmarlo ed assicurati di aver compreso tutti i dettagli relativi al servizio, tra cui:

  1. L’orario e la durata del servizio, in modo da poter concordare lo svolgimento della giornata in modo preciso ed evitare incomprensioni legate anche alla questione del prezzo finale (con eventuali, e magari poco chiare, tariffe extra legate a determinati orari).
  2. La tipologia dei servizi offerti, che può prevedere il numero degli scatti previsti, l’utilizzo di apparecchiature speciali, l’eventuale presenza di uno o più collaboratori e le modalità con cui verrà realizzata la fase di editing (anche in questo caso, tutte voci che influiranno sui costi finali).
  3. Le condizioni di cancellazione dell’evento, che possono riguardare il cambio data o addirittura l’annullamento dell’evento. In questo modo potrai conoscere eventuali penali da pagare o stabilire i termini di un rimborso.
  4. La consegna delle foto, che ti permetterà di stabilirne le modalità: galleria fotografica online, chiavetta USB oppure il classico album. Inoltre, dovrai accertare anche le tempistiche sulla consegna delle foto (solitamente, tra il giorno del matrimonio e la consegna delle fotografie passano almeno 6 mesi di tempo, ma dipenderà ovviamente dal professionista e dal tipo di servizio).

Relax e fiducia

Una volta presa la decisione sul candidato e dopo aver pianificato l’intero evento in tutti i suoi dettagli, cerca di rilassarti e di avere fiducia nel tuo fotografo.

Lascia che faccia il suo lavoro e concentra la tua attenzione sul matrimonio e sulle sensazioni che proverai quel giorno.

La fiducia nella sua professionalità ti permetterà di vivere al meglio ogni momento e di goderti appieno la cerimonia.