Crioterapia: cos’è, come funziona, è davvero benefica?

Voi la conoscete la crioterapia? È una pratica che sta facendo impazzire tutte, ma soprattutto le Star, scopriamo insieme cos’è, come funziona e quali sono i suoi benefici. La crioterapia è conosciuta anche come terapia del freddo e viene impiegata da diversi anni per curare una serie di patologie e per contrastare alcuni inestetismi.

A chi di voi non è mai stato consigliato di mettere qualcosa di freddo sopra una brutta botta? Nel beauty invece, ci saremo sicuramente ritrovate ad utilizzare un cucchiaino messo in freezer per contrastare le occhiaie e i pori dilatati.

Il freddo, infatti, ci può aiutare tantissimo a combattere i difetti della nostra pelle e ci aiuta anche a mantenere un viso molto più giovane.

Quando arriva l’estate, ad esempio, è sempre meglio mettere le creme in frigorifero, così che quando andremo ad applicarle avremo una sensazione immediata di freschezza, tonicità e luminosità.

Come funziona la crioterapia

La crioterapia è una pratica che funziona in diversi modi e in tempi variabili a seconda della problematica o inestetismo da trattare. Sicuramente i metodi più conosciuti ed utilizzati sono bagni di ghiaccio, impacchi, bene refrigeranti, creme criogeniche che contengono azoto liquido e crioterapia iperbarica gassosa.

Grazie a questi trattamenti, la nostra pelle subisce una sorta di shock termico. La prima reazione del corpo, infatti, è quella di avere una vasocostrizione, quando entra in contatto con il freddo. Al contrario, quando il corpo torna alla sua temperatura normale, si ha una vasodilatazione e la riattivazione del microcircolo. Queste ultime aiutano ad espellere elementi di scarto come l’acido lattico.

Come funziona la crioterapia - Foto di Shiny Diamond/ Pexels.com
Come funziona la crioterapia – Foto di Shiny Diamond/ Pexels.com

I benefici di questa pratica

La crioterapia può essere inclusa nella nostra routine di bellezza perché aiuta a ridare vigore e tonicità alla pelle e stimolare il microcircolo. Favorisce anche il rinnovamento cellulare e la stimolazione di collagene, in questo modo la pelle risulterà più elastica e tonica.

La nostra fortuna è che possiamo fare la crioterapia anche a casa. Possiamo prendere spunto da alcune celebrità, come Bella Hadid, che ha messo la sua faccia in una ciotola colma di ghiaccio.

Se a casa abbiamo una vasca da bagno, possiamo anche fare come Lady Gaga, che ha optato per un bel bagno freddo rigenerante a tutto il corpo. Come? Basta andare al supermercato e comprare del ghiaccio oppure farlo home made, l’unica cosa è che ci serviranno un sacco di cubetti.

Altro modo per provare la crioterapia a casa è optare per delle verdure surgelate e tamponarle sul viso per circa 5/10 minuti. La cosa bella è che le verdure non verranno sprecate e sarà possibile cucinarle.

I benefici della crioterapia - Foto di EKATERINA BOLOVTSOVA/ Pexels.com
I benefici della crioterapia – Foto di EKATERINA BOLOVTSOVA/ Pexels.com

Tipi di crioterapia

Oggi, i tipi di crioterapia disponibili sono diversi e utilizzati per trattare più disturbi, come ad esempio quelli estetici, ossei, muscolari. La crioterapia serve anche per il trattamento di alcune patologie e affezioni gravi, come ad esempio tumori cutanei. In generale, possiamo affermare che i principali tipi di crioterapia sono quella localizzata e sistemica. 

  • Crioterapia localizzata: è la pratica più semplice e funziona applicando direttamente il ghiaccio nella parte lesa per diminuire l’infiammazione ed attenuare il dolore. Attenzione, perché se il freddo viene usato impropriamente, può creare effetti collaterali gravi.
  • Crioterapia sistemica: è il metodo più utilizzato in ambito estetico e sportivo, anche se i medici lo propongono anche in ambito medico. Questa pratica viene utilizzata in campo sportivo per ridurre il dolore, le infiammazioni e gli infortuni muscolari. In ambito estetico invece, viene utilizzata per mantenere la pelle giovane. La crioterapia sistemica può essere effettuata attraverso: una criosauna e una criocamera a due stanze.

 

Lascia un commento