Il Dry Brushing: cos’è e perché è così benefico per la pelle

Cos’è il dry brushing? Innanzitutto il termine inglese significa “spazzolatura a secco”, infatti, questa tecnica beauty consiste principalmente nello spazzolare la pelle solo con l’aiuto di un’apposita spazzola senza utilizzare altri cosmetici.

Sicuramente è una tecnica già conosciuta per qualcuno, chi l’ha provata ha dichiarato di aver visto risultati immediati ed effetti positivi anche sugli accumuli di grasso adiposo in pochissimo tempo.

La tecnica del dry brushing è una soluzione low cost, la sua azione agisce su vari livelli della pelle.

Vediamo insieme su quali e anche quali sono gli effetti benefici che si possono ottenere da questa tecnica.

I benefici della tecnica della spazzolatura a secco

In primis, la tecnica del dry brushing contribuisce a migliorare la circolazione, così da favorire il ricambio cellulare e ad esfoliare nel modo più delicato possibile gli strati più superficiali della palle, così da eliminare le tossine del corpo. Questa tecnica ha anche una funzione drenante che aiuta ad eliminare il ristagno dei liquidi della pelle.

Ancora, se procediamo a spazzolare la pelle a secco con costanza, possiamo contribuire a migliorare la circolazione sanguigna, soprattutto nelle zone dove si accumula più grasso, a favorire l’eliminazione della cellulite che si forma e ad eliminare le cellule morte degli strati cutanei superficiali. Infine, il dry brushing è anche la soluzione migliore per chi soffre di peli incarniti, infatti, spazzolando con delicatezza, possiamo liberare il pelo e ottenere una pelle decisamente più liscia e tonica.

Come si esegue questa tecnica

Abbiamo capito che il dry brushing è la soluzione ideale per avere la pelle del corpo più liscia, tonica. omogenea e luminosa. Basta semplicemente integrare questa tecnica nella beauty routine almeno una volta a settimana. Il consiglio utile è quello di farlo prima della doccia o del bagno, quando abbiamo una pelle completamente asciutta. Ma come bisogna procedere? Ci sono alcuni step da rispettare. 

Generalmente la tecnica del dry brushing parte dalla pianta dei piedi, salendo piano piano verso le ginocchia, passando per i polpacci con movimenti circolari profondi. Dopodiché possiamo passare a spazzolare le cose, i glutei e i fianchi. Una volta che si passa alla zona della pancia/stomaco, possiamo spazzolare delicatamente anche il seno. I movimenti devono diventare sempre più delicati. Per ultimo, passiamo alla zona della schiena spazzolando dal basso verso l’alto sempre con movimenti delicati e leggeri fino ad arrivare alle spalle.

Le spazzole migliori da utilizzare - Foto di cottonbro studio/ Pexels.com
Le spazzole migliori da utilizzare – Foto di cottonbro studio/ Pexels.com

Le spazzole migliori da utilizzare

Ma quali sono le spazzole migliori da utilizzare per il dry brushing? In commercio ne esistono tantissime, ecco le tre più consigliate:

1. Spazzola Scrub Nature Beauty di Boreal

Boreal propone una spazzola in fibra naturale per un dry brushing profondo e delicato. Il suo utilizzo è ideale per chi soffre di cellulite, ritenzione idrica, cattiva circolazione sanguigna e linfatica. L’impugnatura di questa spazzola è in legno di faggio, mentre le setole sono in agava messicana. Attenzione! Bisogna spazzolare sempre dal basso verso l’alto.

2. Spazzola Scrub Uervoton

Questa spazzola ha una forma tonda ed è molto facile da utilizzare. Si tratta di un modello che si può utilizzare sia a secco che sotto l’acqua per stimolare la circolazione sanguigna, favorire il ricambio cellulare, il flusso linfatico e per eliminare le tossine.

3. Spazzola Scrub a secco di Erbecedario

Infine, abbiamo questa spazzola per un dry brushing profondo realizzata in legno di faggio con setole in Tampico o in palmito. Ha un’impugnatura comoda e pratica e agevola la presa manuale. Questo prodotto è stato appositamente pensato per migliorare gli inestetismi della pelle dovuti alla cellulite e alla ritenzione idrica. Infine, questa spazzola aiuta ad alleggerire le gambe in caso di gonfiore, soprattutto in estate.

Lascia un commento