in

Protezione solare: un alleato importante nelle giornate in spiaggia

Protezione solare 50+ - Foto di Moose Photos/ Pexels.com
Protezione solare 50+ - Foto di Moose Photos/ Pexels.com

Con l’arrivo dell’estate diventa molto più piacevole passare del tempo all’aperto e giornate in spiaggia. Tuttavia, è importante ricordare che l’esposizione ai raggi solari può avere effetti dannosi sulla pelle se non protetta in modo adeguato. In questi casi la soluzione migliore è la protezione solare, fondamentale per preservare la salute della pelle e prevenire danni a lungo termine come l’invecchiamento e problemi di salute. 

Sun Protection Factor, SPF in breve, è il fattore di protezione solare che contraddistingue i diversi prodotti. Più alto è il valore SPF maggiore sarà il livello di protezione. La protezione 50+ è molto alta per questo è adatta ai bambini, alle pelli più delicate e sensibili. Ma quando si dovrebbe applicare? In realtà, la protezione solare si dovrebbe iniziare ad applicare sul viso e sulle parti del corpo esposte già in primavera. Il sole si può prendere ma non in modo sbagliato e in orari poco consoni. Inoltre, il grado di SPF da 1 a 50 e oltre, è da tener ben a mente.

Perché la protezione solare è molto importante? I raggi solari possono danneggiare la pelle in vari modi. In primis, possono causare scottature, arrossamenti e irritazioni cutanee, soprattutto per chi ha una pelle molto sensibile. Inoltre, l’esposizione ai raggi solari può danneggiare il DNA delle cellule cutanee, aumentando il rischio di sviluppare tumori della pelle. Per questo l’utilizzo della protezione solare è necessario. La pelle ha bisogno di essere protetta fin dalle prime esposizioni al sole, anche in primavera.

Cos'è la protezione solare - Foto di Armin Rimoldi/ Pexels.com
Cos’è la protezione solare – Foto di Armin Rimoldi/ Pexels.com

Come scegliere la protezione solare giusta

Quando si sceglie la crema solare è importante considerare il proprio tipo di pelle, l’attività da fare e l’intensità del sole. Sicuramente le persone con una pelle chiara o sensibile dovrebbero scegliere una protezione solare con un alto SPF, mentre chi pratica attività all’aperto deve ricordare di applicare la protezione ogni due ore, specialmente dopo il nuoto o il sudore.

In ogni caso, oltre all’uso di creme solari, ci sono anche altre precauzioni che si possono prendere per proteggere la pelle dai danni solari. Queste includono indossare cappelli o abiti protettivi, occhiali da sole con protezione UV, cercare l’ombra durante le ore di maggiore intensità solare ed evitare l’esposizione diretta al sole quando possibile.

Comunque anche se non si ha una pelle chiara, la prima crema solare da mettere è quello a protezione 50+. Non importa che sia in crema, fluido o spray, la pelle deve essere sempre protetta soprattutto sul viso. Quindi, è importante scegliere un prodotto che protegga dai raggi solari. Ovviamente questo non significa che non ti abbronzi.

Spray solare - Foto di Mikhail Nilov/ Pexels.com
Spray solare – Foto di Mikhail Nilov/ Pexels.com

Perché mettere la protezione in primavera

I primi raggi UVB escono già a partire dalla primavera. In questa stagione la pelle non è ancora preparata a un’esposizione prolungata sotto i raggi solari, perché si potrebbero manifestare eritemi. Questo succede anche perché l’aria è ancora fresca e non ci si rende conto del calore effettivo.

Anche in primavera si devono prevenire irritazioni, eritemi, arrossamenti e secchezza. Come? Ovviamente applicando una crema solare con protezione 50+. In seguito si potrà scalare il fattore SPF ma pur sempre mantenendo una buona protezione.

 

Butterfly cut

Butterfly cut 2024: I look più belli da cui prendere spunto!

Make up semplice e naturale

Make up semplice e naturale: come realizzarlo e quando sfoggiarlo