Ricostruzione unghie gel: Guida su come e quando farle

La ricostruzione unghie in gel è l’unico modo per ottenere una manicure resistente e brillante. Ormai questa tecnica è in voga da molti anni e viene scelta sempre da più donne per avere mani in ordine, curante e sane. Grazie alla ricostruzione in gel, infatti, possiamo cambiare la forma e la lunghezza delle nostre unghie naturali quando vogliamo. Il risultato finale si può personalizzare a seconda delle nostre esigenze e gusto personale.

Tra l’altro sono nate diverse tecniche innovative di ricostruzione, vedremo insieme quali sono quelle più utilizzate.

Ma quando procedere con la ricostruzione unghie in gel? In primis, quando la forma dell’unghia naturale non è bella da vedere o quando si vuole incrementare la lunghezza naturale. La ricostruzione è anche molto utile quando si vuole combattere con la tendenza a mangiarle.

Ricostruzione in gel - Foto: Pinterest.it
Ricostruzione in gel – Foto: Pinterest.it

I prodotti che servono per la ricostruzione

Per poter far una ricostruzione in gel perfetta, abbiamo bisogno di alcuni prodotti e strumenti da dover utilizzare al meglio. Come prima cosa, capiamo insieme la differenza tra gel monofasico, gel trifasico e acrylic gel.

Il gel monofasico è composto da tre prodotti indispensabili per la ricostruzione delle nostre unghie: base, costruttore e sigillante. Solitamente è il prodotto più utilizzato per allungamento, refill e copertura.

Il gel trifasico invece, è il prodotto più adatto per allungamenti, refill e coperture. Anch’esso è composto da base, costruttore e sigillante, ma ciò che lo distingue dal primo è la necessità di essere accompagnato da una base e va sigillato con un prodotto specifico.

L’acrylic gel è un prodotto rivoluzionario, è probabilmente quello più resistente perché unisce le caratteristiche del gel e dell’acrilico. Questo prodotto si lavora come l’acrilico ma si polimerizza in lampada come un gel. È l’ideale per coperture e allungamenti.

I 3 step per eseguire una ricostruzione perfetta

1. Preparazione delle unghie: La prima cosa da fare è lavare bene le mani e spingere le cuticole verso il basso per dare più spazio alle unghie. Poi, limare e opacizzarle col buffer (smalto). Applicare uno strato di primer e lasciarlo asciugare per circa 30 secondi. In seguito, applicare il base coat per proteggere le unghie, catalizzare per 30/60 secondi. Infine, sgrassare lo strato di dispersione col cleaner, in modo da togliere la patina oleosa.

2. Applicazione del gel: Questa è la fase più importante della ricostruzione. Per prima cosa prendere una dual form adatta alla taglia dell’unghia. Applicare una piccola quantità di gel nella dual form con una spatolina e aggiungere due gocce di slip solution per modellare più facilmente il gel. Quest’ultimo va steso con un pennellino, creando uno strato più fine sulla parte superiore e inferiore della dual form. Nella parte centrale applicare uno strato più spesso. La dual form va applicata a 1 cm di distanza dalle cuticole. Infine, catalizzare in lampada per 90 secondi prima di levare la tip e limare le unghie finite per dare loro la forma desiderata.

3. Rifinitura finale: Per finire in bellezza, si può applicare il top coat e catalizzare o uno smalto semipermanente del colore che più vi piace, fissandolo sempre con il top coat. Se invece, si preferisce un gel colorato, le opzioni sono infinite. Alla fine ricordarsi sempre di sgrassare la manicure.

Come fare la ricostruzione - Foto: Pinterest.it
Come fare la ricostruzione – Foto: Pinterest.it

Vantaggi della ricostruzione

La ricostruzione in gel presenta diversi aspetti postivi, il primo è senza dubbio la resistenza. Il gel che si applica durante la fase di ricostruzione è resistente agli urti e all’usura. Dona all’unghia spessore e garantire mani in ordine anche a chi fa lavori manuali. Il secondo aspetto è che la ricostruzione migliora l’onicofagia. Una volta che sulle unghie si applica il gel, è praticamente impossibile mangiarle.

Ancora, la ricostruzione in gel permette di avere unghie perfette per 3/4 settimane. Inoltre, altro aspetto positivo e non meno importante è la possibilità di scegliere la lunghezza e la forma dell’unghia. 

Svantaggi

Così come la ricostruzione presenta degli aspetti postivi potrebbe portare anche dei piccoli svantaggi. Uno di questi è sicuramente il possibile indebolimento delle unghie, dovuto ad una preparazione iniziale troppo aggressiva oppure ad uno smontaggio sbagliato. Per questo motivo si consiglia sempre di rivolgersi a professioniste del settore. Anche se il gel è molto resistente, un forte urto potrebbe comunque far saltare per intero o in modo traumatico lo strato di gel.

Scelta dello smalto - Foto: Pinterest.it
Scelta dello smalto – Foto: Pinterest.it

Concludendo, possiamo dire che la ricostruzione in gel è senza dubbio una delle tecniche più richieste dalle donne nei centri di bellezza. Regala una manicure resistente, bellissima e luminosa. Come abbiamo visto, la ricostruzione presenta sia vantaggi che svantaggi, ma rivolgendosi a professioniste potrete ottenere mani curate e in ordine. Infine, il prezzo della ricostruzione può variare in base al tipo di prodotti utilizzati.