Tatuaggi maori: guida, storia completa e 10 foto da condividere

Il tatuaggio Maori è uno dei più riconosciuti a livello globale e può essere realizzato su qualsiasi parte del corpo. Sfortunatamente, nel corso del tempo, il vero significato di questo tatuaggio, che apparteneva alle antiche tribù della Nuova Zelanda, è stato in parte dimenticato.

Questo stile di tatuaggio divenne noto ai colonizzatori quando giunsero in Polinesia nel XIII secolo.

Tuttavia, la sua fama non si diffuse in Europa fino all’inizio del XVIII secolo, grazie all’esploratore James Cook, che fornì una dettagliata descrizione dei tatuaggi Maori nelle sue cronache:

“I segni, in generale, sono spirali realizzate in modo netto ed elegante. I disegni sul corpo raffigurano tipi di fogliame simili a antichi ornamenti, come la filigrana, ma con una varietà di forme. Inizialmente sembravano gli stessi, ma quando decisi di esaminarli da vicino, notai che nessuno era identico all’altro.”

Leggi anche: Tatuaggi serpente, simbologia e 15 foto tra cui scegliere

I tatuaggi Maori erano eseguiti da un tahunga, un sacerdote neozelandese, che immergeva i suoi strumenti in una miscela ottenuta dalle ceneri delle radici bruciate. Spesso si chiedeva a chi sarebbe stato destinato il ta moko. Questi tatuaggi non sono disegni semplici o universali; sono personalizzati.

Le linee principali dei tatuaggi Maori sono chiamate manawa, che significa “cuore”. I disegni più comuni potrebbero includere il koru, simbolo dell’inizio di una nuova vita o del percorso di una vita in corso. Quando un tatuatore Maori usa il koru oggi, lo fa spesso per conto di una persona cara o di un familiare.

Maori braccio
Maori braccio – @ouzdoganay
Maori sulla tibia
Maori sulla tibia – @geovanilizarazo7

Questa forma di arte corporea si caratterizza per la sua complessità, con un alto grado di dettaglio in cui curve e motivi a spirale si intrecciano con altri elementi tribali. Molti di questi disegni sono di dimensioni considerevoli, ma esistono anche tatuaggi Maori più piccoli tra cui scegliere.

Un simbolo ampiamente utilizzato nei tatuaggi Maori è una rappresentazione stilizzata di una conchiglia, che per le tribù originarie della Nuova Zelanda rappresentava una tartaruga marina. Per queste comunità, l’animale aveva un significato speciale, e molti lo indossavano sulla pelle come segno di ammirazione.

Leggi anche: 30 tatuaggi dedicati al tema dell’amicizia

La tartaruga marina o conchiglia simboleggia la protezione della casa e della famiglia, nonché la pazienza e la perseveranza.

Questi valori sono considerati fondamentali per affrontare le sfide che possono presentarsi nel corso della vita. Attualmente, è comune trovare questo tipo di disegno che si estende dalla spalla al petto.

La croce marchesa è un simbolo di grande significato nella cultura polinesiana, particolarmente per i Maori. Questo disegno rappresenta l’armonia e l’equilibrio tra i quattro elementi primari: terra, acqua, fuoco e aria. Coloro che sceglievano di adottare questo tatuaggio cercavano spesso stabilità nella propria vita.

La croce marchesa è uno dei disegni più diffusi in questa categoria di tatuaggi e gode di popolarità in tutto il mondo. Nei tatuaggi maschili, è comunemente collocata sulla schiena o sul petto, mentre nelle donne è più frequente trovarla nella zona dei fianchi. Per ulteriori idee e suggerimenti sui tatuaggi sulla schiena, potresti trovare interessante questo articolo.

Sole sulla spalla maori
Sole sulla spalla maori – @therealkati_

In quasi tutte le culture esistenti, questa grande stella ha sempre avuto un grande ruolo. Il Sole veniva descritto da questa civiltà come il padre del mondo, poiché è colui che fornisce cibo e altre ricchezze naturali. Pertanto, simboleggia la luce e la ricchezza, nonché la forza e il coraggio. Per quanto riguarda il luogo in cui posizionare il tatuaggio, non esiste una zona ideale. È un design che si adatta molto bene a qualsiasi parte del nostro corpo.

Questo tatuaggio era un simbolo di coraggio per gli uomini che lo indossavano sul proprio corpo. La lancia significa forza e saggezza, due qualità essenziali per i guerrieri Maori. Pertanto, chi si tatua una lancia sul corpo è perché, forse, è un combattente nato, soprattutto nelle questioni della vita, nonostante sia un disegno Maori che può avere molteplici significati.

Tre tatuaggi uguali maori
Tre tatuaggi uguali maori – @tattoosbyvinay

Tā moko era la pratica tradizionale con cui i Māori segnavano la propria pelle con motivi che esprimevano la loro identità: la genealogia, i loro successi, il loro rango, in breve, la loro vita. Ecco perché avevano un carattere sacro e per realizzare i tatuaggi veniva utilizzato un rituale. Per realizzarli venivano utilizzati i cosiddetti uhi, pettini appuntiti di diversa larghezza fatti di osso che venivano immersi in pigmenti scuri a base di cenere di radice. Questi pettini venivano colpiti con il tā, un piccolo martello per forare la pelle con il disegno che, una volta guarito, sarebbe rimasto sulla pelle.

Maori petto e spalla
Maori petto e spalla – @houstontattooartist_may

Sebbene fosse comune per gli uomini tatuarsi i glutei e le cosce, così come altre parti del corpo, l’area più importante per i tatuaggi Maori era il viso. “Attraverso l’iconografia facciale si sapeva chi era la persona e chi aveva ucciso.” Le donne, invece, generalmente si tatuavano solo le labbra e il mento, il che indicava che erano unite ad un guerriero. A metà del XIX secolo iniziò l’evangelizzazione della Nuova Zelanda e, con essa, sacerdoti e missionari furono responsabili di mettere a tacere le tradizioni maori. Un’altra cultura nativa che è annegata sotto il giogo della colonizzazione europea. Tuttavia, l’arte Maori si è diffusa oltre le isole originarie e rimane attuale in altri organismi in tutto il mondo. Il suo significato non è più lo stesso, ma con questo articolo forse riusciamo a recuperare un po’ il significato e l’origine del tā moko.

Classico armband tribale
Classico armband tribale – @tribal.tattoos
Prospettiva spalla maori
Prospettiva spalla maori – @marcybibytattoore
Maori sull'avambraccio
Maori sull’avambraccio – @gipsytattooshop

Come abbiamo accennato, ci sono migliaia di disegni di tatuaggi Maori. Altri più comuni sono:

  • Koru o disegno a spirale: questo disegno rappresenta solitamente un nuovo inizio, così come la crescita e l’armonia interiore.
  • Hei Matau: è un tipo di gancio che, per la cultura Maori, significava prosperità. Inoltre, era anche un segno di forza e determinazione.
  • Doppio (o triplo) twist: è il simbolo dell’unione eterna di due persone. Rappresenta il matrimonio e la lealtà.
  • Manaia: era un guardiano spirituale nella civiltà polinesiana. Aveva poteri soprannaturali e la sua funzione era quella di proteggere il cielo, la terra e il mare.
  • Hei tiki: è il simbolo di buona fortuna e fertilità. Per questa tribù, questo disegno rappresentava un embrione prima della nascita.
  • Oceano: questo tatuaggio, dal canto suo, rappresentava la morte e l’aldilà.
Manta tribale
Manta tribale – @tribaltattooers
Lucertola-tribale
Lucertola-tribale – @tea_rex_tattoos
Gambe tatuate tribali – @benny.eklab
Sole classico tribale
Sole classico tribale – Foto: Pinterest.it
Braccio tutto tribale
Braccio tutto tribale – @mr.thapaa
tatuaggio-tribale-da-uomo
tatuaggio-tribale-da-uomo – @geraldcabanesas
Tribale che copre la schiena
Tribale che copre la schiena – @sadhakaya

Lascia un commento